Cosa stai cercando?

Uno degli ortaggi protagonisti della tavola estiva: la melanzana

Autore:
immagine da mangiarebuono.it

immagine da mangiarebuono.it

La melanzana ha tante proprietà benefiche poco conosciute, scopriamole insieme.

La melanzana favorisce l’aumento della produzione della bile e agevola la digestione, di conseguenza aiuta a migliorare la funzionalità epatica e a ridurre il contenuto di colesterolo nel sangue.
La melanzana ha un alto contenuto di fibre quindi aumenta la sensazione di sazietà. Come la banana è fonte di potassio. Essendo formata dal 93% di acqua, stimola la diuresi.

La melanzana appartiene come il pomodoro alla famiglia delle Solanacee quindi deve essere consumata con moderazione per il suo alto contenuto di solanina, sostanza che può essere irritante per l’intestino. Proprio per questo risulta digeribile solo se cotta. Vi consigliamo di cucinarla in modo leggero, ad esempio grigliata, perché la sua pasta spugnosa assorbe moltissimo ogni tipo di condimento, l’olio in particolare.
Questa, più di tutte le altre verdure, è meglio evitare di consumarla fuori stagione proprio per non aumentare il rischio di intolleranza alla solanina.

Pensate che in Italia il 30% delle coltivazioni è dedicato alle melanzane!
Ne esistono diverse varietà…Le più famose? La Violetta palermitana, la Violetta delle cascine e la Violetta nana (scure e allungate), la Tonda comune di Firenze (tonda e violetto più chiaro), la Mostruosa di New York (frutto molto grande).

La melanzana e i bambini

Dai 6 ai 9 mesi
Assolutamente sconsigliata per evitare che si sviluppino intolleranze e irritazioni intestinali.
Dai 9 ai 12 mesi
Potete provare qualche piccolo assaggio solo in stagione
Dal 18 mese
Si può inserire in piccole porzioni, grigliata, sotto forma di polpette o in crema da spalmare sul pane.

Vi consigliamo questa gustosissima ricetta tratta da giallozafferano.it…un piatto di cui tutti i bambini vanno ghiotti! Un’alternativa vegetariana alle solite polpette di carne.

Polpette di melanzane

polpette-melanzane-bl

Ingredienti

  • 800 g di melanzane
  • 120 g pangrattato
  • 120 g di parmigiano reggiano
  • un pizzico di pepe macinato
  • 2 uova medie
  • sale quanto basta
  • 1 cucchiaio di prezzemolo tritato

Preparazione

Per preparare le polpette di melanzane, lavate ed asciugate le melanzane, quindi eliminate le estremità verdi e infornatele a 200° per circa un’ora adagiandole su di una leccarda sulla quale avrete poggiato un foglio di carta forno. Quando le melanzane saranno cotte, estraetele dal forno e lasciatele intiepidire, quindi sbucciatele e mettete la polpa dentro ad un colino per fare fuoriuscire l’eccesso di acqua di vegetazione.

Pressatele un po’ per facilitare l’operazione, poi mettete la polpa dentro ad una bacinella e aggiungete le uova, unite anche il pangrattato, il formaggio grattugiato, l’aglio schiacciato, il sale, il pepe e il prezzemolo.

Mescolate e amalgamate per bene gli ingredienti e poi formate delle polpettine tonde della grandezza di una noce che passerete nel pangrattato.

Una volta che avete impanato tutte le polpette di melanzane (dovreste ottenere all’incirca 30 polpette di melanzane), friggetele in abbondante olio di semi di arachide. Una volta dorate, estraete le polpette di melanzane dall’olio con una schiumarola e adagiatele su della carta assorbente per farle perdere l’olio in eccesso. Servite le polpette di melanzane ancora calde.

Potete congelare le polpette di melanzane crude e poi cuocerle al bisogno.

Se volete evitare un po’ di olio, potete cuocere le polpette anche in forno: non manterranno una forma perfettamente rotonda ma saranno buonissime e un po’ più leggere!

Su IDEXE’

IDEXE’: sempre al passo con la moda.
Assoluto comfort per vivere i capi in piena libertà di movimento ma anche qualità e prezzi competitivi: la formula vincente di IDEXE’.

Seguici su Facebook

Seguici su Twitter

Iscriviti alla Newsletter

Franchising

Vuoi aprire un negozio con noi?
Visita la sezione dedicata

Licenza Creative Commons
I contenuti di questo blog sono di proprietà si Re.Com Srl e sono sotto Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.